Cronache da Amman – Capitolo II

img_0898
Amman

FEBBRAIO

A quasi due mesi dal mio ritorno ad Amman, posso dire di aver ritrovato la stabilità. Sono immersa in una nuova, meticolosa routine che scandisce i miei giorni e le notti. Sveglia, colazione, taxi (qui praticamente non esistono mezzi pubblici “utili” e il taxi da casa a lavoro mi costa circa un dinaro, 1.40 euro), giornata in ufficio o sul campo. Due volte a settimana sono a lezione di arabo e tre di yoga. Ho partecipato ad un workshop organizzato dal mio ufficio sulla sicurezza dello staff femminile sul campo, dove ci hanno spiegato che bisognerebbe cambiare le proprie abitudini di tanto in tanto e cercare di non seguire ogni giorno la stessa routine, per motivi di sicurezza. Per tutto il tempo mi è venuto da ridere, pensando a come invece io, soprattutto in settimana, sia una specie di automa incorporato ad un orologio svizzero. Continua a leggere

Cronache da Amman – Capitolo I

img_0346

GENNAIO

E’ venerdì ed è uno di quei pochi giorni dell’anno in cui ad Amman piove. Quando qui piove, o addirittura nevica (raramente, ma succede), la città va in tilt totale. Ad ogni modo oggi sono a casa -la settimana lavorativa va dalla domenica al giovedì- mi riposo e allora approfitto per scrivere.

Tornare ad Amman è bellissimo. Non ci sono veramente altre parole per descrivere come mi sento. Che poi è strano, per me, assettata di luoghi sconosciuti essere così felice nel tornare indietro. Però è anche vero che questa è la prima volta che mi succede. Ho cambiato tante case negli ultimi dieci anni (Roma, Wellington, Milano, Parigi, Ginevra, Lima, Bruxelles, Amman, Vientiane e Tolosa, per essere precisi) ma mai ero tornata in un luogo che era già stato casa mia. Ero un po’ scettica e negativa, prima di partire, sulla sensazione che avrei provato nel tornare qui “stabilmente”, ma in questi tre anni via io sono cambiata tantissimo e rivivere con occhi nuovi quel che si conosce già, si sta rivelando meglio di quanto avrei mai potuto immaginare.  Continua a leggere

Aurora boreale e altre magie norvegesi

20170103-DSC01537.jpgIl momento è arrivato! Dopodomani mi trasferisco di nuovo ad Amman. In molti avete chiesto notizie su dove fossi finita e dunque scusate se sono sparita dal blog in questo ultimo mese, ma tra chiudere tutte le ultime questioni in ufficio a Tolosa, il corso di formazione pre-partenza dell’ONU di due settimane a Torino, il ritorno in fretta e furia a Tolosa, il trasloco temporaneo a casa dei miei in Italia (con annesse quattordici ore in macchina e due gatti nel panico) e il viaggio in Norvegia, non ho avuto veramente il tempo di respirare. Non ho nemmeno iniziato a preparare i bagagli che mi serviranno per un anno, ma preferisco scrivere oggi questo post, perché so che non riuscirò a farlo per chissà quante altre settimane. Arriverò domenica sera e lunedì mattina dovrò già essere in ufficio. Devo ancora trovare un appartamento ad Amman, sistemare un sacco di questioni burocratiche (nuovo conto in banca giordano, telefono, internet e via dicendo) e quindi per farla breve, ora o mai più! Dopo aver pubblicato le foto dell’aurora boreale ieri, ho ricevuto una marea di messaggi su come organizzare questo viaggio, allora farò un breve elenco puntato di risposte alle vostre domande.  Continua a leggere

Ventimila volte grazie

20.000 visite a Viaggio922, a circa un anno dalla sua nascita!

Purtroppo non posso scoprire la città esatta da cui visitate il blog, ma almeno posso vedere il paese. La maggior parte dei lettori viene da Italia, Francia, Belgio, Svizzera e Paesi Bassi, ma non mancano lettori da Iraq, India, Cina e da tanti paesi in Africa, Asia e America Latina. Qui sotto, la mappa degli accessi a Viaggio922 (i paesi in giallo – dati da gennaio 2016): siete in tutto il mondo e mi riempite di gioia. Grazie grazie grazie. Grazie per i commenti e per i messaggi, grazie per avermi aiutato a creare questa rete meravigliosa di viaggiatori e cooperanti, uniti da valori e passioni comuni e residenti in ogni angolo della Terra. Grazie anche al network delle ragazze di Viaggio da sola perché, con cui è nata una preziosissima collaborazione.

E’ stato un 2016 pieno di emozioni!

cartina.png

La vita si aggiusta da sola

Un paio di mesi fa ero a Bruxelles per assistere ad una “lezione” del Dalai Lama. Dopo tanti tentativi falliti in India e in giro per il mondo, finalmente ci sono riuscita. Vedere il Dalai Lama dal vivo diventa ogni volta più difficile, per via delle pressioni della Cina affinché sempre più paesi gli neghino il visto (come è successo ad esempio in Sud Africa e Taiwan).

FullSizeRender (2).jpg
Bruxelles, 11 settembre 2016

Durante la sua lezione, alcune parole mi sono rimaste particolarmente impresse. Il senso era “inutile preoccuparsi e proiettarsi sul futuro, su cui non abbiamo alcun potere. Bisogna vivere il presente, perché la vita si aggiusta da sola” o almeno questa è la traduzione che ho voluto dargli io. Queste parole si inserivano nel più ampio concetto buddista (e non solo) di mindfulness: consapevolezza, esserci ora. Non è facile descriverlo a parole, ma tra le possibili definizioni c’è quella di prestare attenzione, in un modo particolare: con intenzione, al momento presente, in modo non giudicante. Le parole del Dalai Lama mi hanno tanto fatto riflettere in questi mesi: io che sono sempre così tesa verso il futuro da farmi sfuggire il presente. A Vientiane avevo fatto grossi progressi e poi tornare in Europa mi ha fatto regredire totalmente in questo senso.  Continua a leggere

Le terre rosse della Cambogia orientale

Il mio nuovo post per Viaggio da sola perché.

cimitero.jpg
cimitero tribale

C’è un luogo incantato della Cambogia orientale, nell’estremo nord-est ai confini con Vietnam e Laos, dove la natura regna sovrana: è la provincia di Ratanakiri.

Ero in viaggio da sola in Cambogia da un paio di settimane, estasiata dalla bellezza di questo Paese, ma anche frastornata dalla folla di turisti della parte occidentale. Alla ricerca di un po’ di pace e incuriosita dalle letture su questa provincia poco gettonata, decisi di andare a Banlung

Per continuare a leggere, clicca qui 

DSC_0073.jpg

Per leggere I miei dispacci dalla Cambogia, clicca qui 

Myanmar, consigli di viaggio

DSC_0121.jpg
Mawlamyine

In questo nuovo post vorrei darvi qualche consiglio pratico per organizzare un viaggio Myanmar. In molti mi avete fatto notare che ho dedicato ben due post alla Birmania, l’apertura del mio blog e la questione dei Rohingya, ma non ho mai raccontato il mio itinerario di viaggio. La realtà è che io ero già perdutamente innamorata di questo paese molto prima di visitarlo, allora a volte disconnetto, mi concentro solo sui temi politici e quasi mi dimentico di esserci stata in viaggio.  Continua a leggere