Srebrenica

11845035_10155859838670576_6960477996912153573_o
Srebrenica, 2015

Sono stata a Srebrenica in questo periodo, un anno fa. Venivo in macchina da Belgrado, attraverso le sponde del fiume Drina e rigogliose colline verdi. Poco dopo il mio arrivo ha iniziato a piovere. L’anniversario del ventesimo anno dal genocidio era ormai passato da alcune settimane e Srebrenica si era di nuovo svuotata, come tutti quei luoghi-fantasma che vengono ricordati dalla comunità internazionale solo durante le ricorrenze. Continua a leggere

Malgrado Belgrado

IMG_2281

Un mio caro amico ieri mi ha fatto giustamente notare che forse ho un giudizio un po’ duro nei confronti della Serbia. Allora oggi mi sono chiesta come mai. Credo che spesso il mio giudizio sia viziato dalle emozioni. Un po’ per la questione del Kosovo, inevitabilmente, un po’ perché sono perdutamente innamorata della Bosnia e perciò spesso identifico la Serbia, inconsciamente, con la Belgrado prepotente e terribile degli anni ’90 e allora i sentimenti prendono il posto della ragione e vedo tutto dello stesso colore: nero.

Però sbaglio, perché la Serbia non è di un solo colore e di certo quel colore non è il nero. La Serbia è un’esplosione di colori (spesso accompagnati da un’allegra colonna sonora di ottoni e ritmi balcanici). Soprattutto sbaglio perché non applico lo stesso metro di giudizio ad altri paesi. Quando penso alla Germania non la identifico con Hitler, come non identifico la Cambogia con Pol Pot o la Romania con Ceaușescu e quindi quando penso alla Serbia non dovrebbero venirmi in mente solo la sua politica estera prepotente, le atrocità di Milosevic, ma le tante cose belle che ha da offrire. Continua a leggere

Orgoglio e timbri, riflessioni sul Kosovo

DSC_0230
Nella bellissima città di Prizren

Una notizia di questi giorni che mi ha dato uno spunto di riflessione, anche per motivi affettivi, è quella del voto per l’adesione del Kosovo all’UNESCO.

Prima di quest’estate, in cui ho passato due bellissime settimane all’università nel piccolo paese balcanico più giovane d’Europa, molto probabilmente avrei ignorato questa notizia e sarebbe stato un peccato. Il Kosovo merita tutta la nostra attenzione. I Balcani sono i nostri parenti più vicini, abbiamo condiviso pezzi fondamentali di storia e spesso invece li sentiamo lontani ed estranei. Continua a leggere