Cronache da Amman – ultimo capitolo e tante novità sul futuro

DICEMBRE

IMG_5059
Tenerife

Mentre scrivo è in realtà gennaio inoltrato e mi trovo alle isole Canarie e non in Giordania, ma non ho avuto davvero modo di aggiornare il blog prima. Quest’ultimo periodo è stato intensissimo: sono stata al Cairo, poi a casa per Natale, in seguito in Senegal e Gambia per quasi due settimane, per poi tornare in Thailandia, in attesa di partire per la prossima meta.

IMG_4110.jpg
Su un’isola del Nilo, Cairo

Ebbene, nonostante scrivessi nello scorso capitolo che volevo cercare me stessa, viaggiare per alcuni mesi in luoghi pacifici e rilassarmi, la realtà è che mi trasferisco tra pochi giorni in una nuova città, in una zona non proprio “pacifica”. E’ successo come in quel detto per cui quando si aspetta l’autobus per ore non arriva mai, ma basta accendere una sigaretta che eccolo che spunta. Beh, a me è successa (di nuovo) la stessa storia. Stavo aspettando delle risposte per posizioni super, ma in realtà non ci speravo molto. Perciò ho iniziato a pianificare tre mesi in Costa Rica -sogno ormai da tanti anni di fare un periodo a San José, frequentando alcuni corsi in diritti umani a U-Peace, l’Universidad para la Paz– e quando stavo per prenotare il biglietto, ecco l’offerta per il nuovo lavoro. Perciò dopo un mese di burocrazia folle, in cui sono impazzita perché mi trovavo in mezzo al nulla in Africa occidentale e non era proprio semplice inviare copie e controcopie di documenti, partirò –pare- domenica per la nuova meta. Dico “pare” perché mancano solo tre giorni e sono ancora nel pieno delle procedure burocratiche. Perciò non voglio dire nulla con certezza per scaramanzia e spero che tutto vada per il meglio. Non potrò purtroppo dare tanti dettagli sul lavoro una volta lì, per motivi di privacy, ma sono molto contenta e so che saranno mesi intensi e veramente interessanti.

IMG_4431.jpg
Senegal

In realtà c’è poco da raccontare sull’ultimo periodo in Giordania. I giorni sono volati mentre ero indaffarata nella logistica che mi divora ad ogni arrivo e partenza: finire le ultime faccende a lavoro, chiudere il conto in banca, pensare alla casa e sistemare i gatti, che purtroppo questa volta non potranno venire con me, perché la meta non lo permette, ma che sono in mani sicure e fidate ad Amman fino al mio prossimo trasferimento. La mia mente è stata un po’ assente purtroppo, già proiettata sul piccolo viaggio nella mia Cairo del cuore (lunga storia, poi un giorno ve la racconto), sul nuovo trasferimento e i viaggi in arrivo.

IMG_4083
Cairo del mio cuore

Non ho dato un degno saluto alla città, ma già sapevo che Amman sarebbe rimasta un luogo di passaggio durante le pause (avrò delle pause obbligatorie in cui uscire dal paese), perciò non mi sento davvero di perdere nulla. Un piede a terra sarà sempre lì, stabile nel mio preziosissimo appartamento, con la mia amata famiglia “adottiva”, che mi ha organizzato una cena strappalacrime la mia ultima sera lì.

IMG_E4072.jpg
Ultima sera ad Amman

Sia il viaggio in Senegal e Gambia che quello in Thailandia (dove sono andata soprattutto per seguire il mio cuore pazzo) sono stati strepitosi e nei prossimi giorni cercherò di fare una bella cronaca degli itinerari. Ero già stata in Africa orientale e in Sud Africa, ma mai in Africa occidentale ed è stata un’esperienza unica.

IMG_4517.jpg
Gambia

La Thailandia invece era un po’ una seconda casa quando vivevo in Laos e avevo bisogno di un po’ di modernità, ma resta un luogo che non mi stanca mai e in cui mi fa sempre piacere tornare.

DSC_0242.jpg
Mattino presto, dopo una notte in queste palafitte galleggianti nella giungla, nel parco nazionale di Khao Sok

Questa volta ho visitato alcune zone un po’ fuori dai classici percorsi turistici e mi sono riempita gli occhi del verde della giungla del sud e delle montagne del nord, quel verde così intenso che tanto mi manca in Medio Oriente.

IMG_5004.JPG
Provincia di Mae Hong Son, al confine con il Myanmar

Sono ora invece alle isole Canarie con i miei genitori, qui per lavoro, dove approfitto per riposarmi in attesa della partenza. Nuoto nell’oceano, che nonostante sia gelido è in realtà piacevole, e dormo tutti i sonni che non ho dormito nell’ultimo anno.

IMG_5086
L’Oceano Atlantico, gennaio

Per vedere altre foto della Giordania, clicca qui

Per leggere “Cronache da Amman – Capitolo X e XI”, clicca qui

 

2 risposte a "Cronache da Amman – ultimo capitolo e tante novità sul futuro"

  1. cara alessandra, non ci conosciamo ma sono venuta a conoscenza del tutto blog attraverso un articolo pubblicato sul giornale della tua (e mia) università. ho letto per molto tempo in silenzio, non conoscendoti mi sembrava quasi di essere una visitatrice indesiderata, ma oggi ti voglio lasciare un commento per dirti quanto tu sia di ispirazione per me 🙂 ammiro tantissimo il tuo coraggio (perché ne hai tanto) e la tua voglia di viaggiare, conoscere e imparare 🙂 sei davvero una grande ispirazione per me! spero che non smetterai mai di scrivere sul tuo blog perché mi piace tantissimo leggerti. spero di non essere risultata inopportuna con il mio commento. un caro saluto, ti auguro il meglio dalla vita!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...